Il film drammatico è un genere in cui la trama ruota intorno ai forti sentimenti dei personaggi, emozionando e coinvolgendo lo spettatore.

L’intento di tali produzioni cinematografiche è di far identificare il pubblico con i protagonisti della storia.

Tragedia e dramma rappresentano il filo conduttore di questo genere che parte da una serie di classici intramontabili sino ad arrivare agli autentici capolavori dei giorni nostri.

Migliori Film drammatici

Molteplici le produzioni cinematografiche che hanno deciso di raccontare storie e vicende molto spesso motivo di lacrime di tristezza nello spettatore. Capolavori che hanno commosso il pubblico in ogni sala del pianeta, una categoria molto ampia che rende complicato scegliere i migliori film drammatici di sempre della storia del cinema. Non è assolutamente semplice e dipende da troppi fattori, sia oggettivi che soggettivi. Da sempre il filone drammatico va per la maggiore e l’imbarazzo della scelta è dunque notevole.

A seguire andiamo comunque a segnalare alcuni dei film del genere entrati di diritto nell’Olimpo della storia della cinematografia mondiale:

  • Il padrino (1972): una saga in cui la vendetta e le storie di sangue raggiungono la loro massima espressione. Il personaggio di Don Vito Corleone è ormai leggenda, in un capolavoro del genere firmato dal grande registra Francis Ford Coppola.
  • Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975): un’altra pellicola che è parte della storia del cinema. Narra le vicende di Candle McMurphy, arrestato per dei piccoli reati che si finge pazzo per evitare la galera. Trasferito in una clinica psichiatrica, conoscerà altri pazienti a cui porterà una sana ventata di energia. Assolutamente da vedere.
  • Taxi Driver (1976): Robert De Niro nei panni di Travis Bickle, un veterano del Vietnam che di notte lavora come tassista trasformandosi in una sorta di giustiziere.
  • The Elephant Man (1980): John Merrick nasce con una malformazione fisica che lo rende sproporzionato e per tale motivo viene sfruttato come attrazione da circo. Il Dottor Treves decide di prendersi cura dell’Uomo Elefante, come venne soprannominato dal pubblico.
  • C’era una volta in America (1984): altro autentico capolavoro del cinema americano, ambientato negli anni ‘20 nel quartiere ebraico di New York. La storia di una banda di ragazzini che, con il trascorrere degli anni, dai primi banali furti si trasforma in una cosca di pericolosi malviventi.
  • Philadelphia (1993): narra la storia di un avvocato americano, interpretato da Tom Hanks, malato di AIDS e difeso in tribunale da Denzel Washington. Capolavoro del genere.
  • Titanic (1997): è un film drammatico ed epico vincitore di 11 statuette agli Oscar, un colossal diretto da James Cameron. Protagonisti Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, rispettivamente nei ruoli di Jack e Rose, due giovani di differenti classi sociali che s’innamorano nel corso del viaggio inaugurale della nave. È il secondo film con il più alto incasso di sempre nella storia del cinema mondiale dietro ad Avatar.
  • La vita è bella (1997): è il capolavoro diretto e interpretato da Roberto Benigni. Incentrato sul tema dell’Olocausto visto tramite gli occhi di un bambino. Insignito di tre Premi Oscar: miglior film straniero, miglior attore protagonista (Roberto Benigni) e migliore colonna sonora (Nicola Piovani).
  • Il miglio verde (1999): un imponente uomo di colore arriva nel braccio della morte, colpevole di aver ucciso due bambine. Il capo delle guardie, interpretato da un bravo Tom Hanks, resterà di stucco davanti alla bontà interiore di quell’uomo.
  • Requiem for a Dream (2000): capolavoro di Darren Aranofsky che racconta le storie, la dipendenza e le vite ai margini dei protagonisti Sara e di suo figlio Harry, dell’amico Tyrone e della ragazza Maryon
  • Million Dollar Baby (2004): la storia di Maggie Fitzgerald, una cameriera trentenne che sogna di diventare una pugile. L’allenatore Frankie Dunn, interpretato da Clint Eastwood, però non ha nessuna intenzione di far entrare una donna nel suo team.
  • Il discorso del Re (2010): Re Giorgio VI e il suo emozionante rapporto con il logopedista per correggere la sua invalidante balbuzie.
  • Mommy (2014): le storie di Die, giovane vedova, del problematico figlio Steve e di Kyla, una vicina di casa balbuziente che non riesce ad aprirsi agli altri.

Film drammatico: Oscar e Golden Globe

Scopriamo ora quali sono alcuni dei migliori film drammatici che sono stati insigniti con uno o più premi Oscar:

  • Il padrino (1972): Miglior film – Miglior attore (Marlon Brando) – Miglior sceneggiatura non originale.
  • Il padrino – Parte II (1974): Miglior film – Miglior regia (Francis Ford Coppola) – Miglior attore non protagonista (Robert De Niro) – Miglior sceneggiatura non originale – Miglior colonna sonora originale – Miglior scenografia.
  • Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975): Miglior film – Miglior regia (Milos Forman) – Miglior attore (Jack Nicholson) – Migliore attrice (Louise Fletcher) – Migliore sceneggiatura non originale.
  • Rain Man – L’uomo della pioggia (1988): Miglior film – Miglior regia – Migliore attore (Dustin Hoffman) – Migliore sceneggiatura originale.
  • Philadelphia (1993): Miglior attore (Tom Hanks) – Miglior canzone.
  • Titanic (1997): Miglior film – Miglior regia (James Cameron) – Miglior fotografia – Miglior colonna sonora per film drammatico – Miglior canzone – Miglior scenografia – Migliori costumi – Miglior montaggio – Miglior suono – Migliori effetti speciali visivi – Migliori effetti speciali sonori.
  • La vita è bella (1998): – Miglior attore (Roberto Benigni) – Miglior colonna sonora per film drammatico – Miglior film straniero.
  • Million Dollar Baby (2004): Miglior film – Miglior regia (Clint Eastwood) – Migliore attrice (Hilary Swank) – Miglior attore non protagonista (Morgan Freeman).

Con riguardo invece alle pellicole vincitrici del Golden Globe per il miglior film drammatico, segnaliamo alcuni fra i più apprezzati da critica e pubblico nella storia del cinema:

  • Il padrino (1973) di Francis Ford Coppola
  • Qualcuno volò sul nido del cuculo (1976) di Miloš Forman
  • Rain Man – L’uomo della pioggia (1989) di Barry Levinson
  • Titanic (1998) di James Cameron
  • Il gladiatore (2001) di Ridley Scott
  • A Beautiful Mind (2002) di Ron Howard
  • The Hours (2003) di Stephen Daldry
  • The Millionaire (2009) di Danny Boyle
  • Argo (2013) di Ben Affleck
  • 12 anni schiavo (2014) di Steve McQueen.

Articoli Correlati

Write a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *